Impotenza e disfunzione erettile

Problemi erettili

La disfunzione erettile è un fenomeno che colpisce in prevalenza gli uomini di età superiore ai 40 anni e che può vedere la propria origine in cause molto diverse tra di loro, di natura fisica ma anche psicologica. A volte, si parla di impotenza in maniera troppo veloce e la risoluzione del problema può essere più rapida di quanto si pensa. 

Che cos’è la disfunzione erettile.. e l’impotenza?

Per disfunzione erettile si intende l’incapacità di avere o mantenere un’erezione anche se in presenza di desiderio sessuale.

E’ un fenomeno prevalentemente diffuso tra gli uomini di età pari o superiore ai 40 anni e può intensificarsi con l’avanzare dell’età.

Alcune ricerche statistiche riportano che, in Italia, sono circa 3 milioni gli uomini che denunciano problemi di erezioni ma solo il 5% al di sotto dei 40 anni. Aumentano le percentuali se si considera la fascia d’età tra i 40 e i 70, con picchi molto più alti dai 65 in poi.

Da un punto di vista biologico, l’erezione è un semplice riflesso spinale che, apportando un afflusso di sangue maggiore al corpo cavernoso, permette al pene di aumentare in termini di dimensioni e di turgore.

Se l’afflusso di sangue è insufficiente, l’erezione peniena potrebbe non avvenire o non avvenire completamente trattandosi di una risposta fisiologica a sensazioni psicologiche, neurologiche, muscolari ed ormonali.

Ma ci sono differenze tra la disfunzione erettile  e l’impotenza?

Due sono le correnti principali: la prima sostiene che il termine impotenza sia sinonimo di disfunzione erettile; la seconda, invece, sostiene che con il termine impotenza si indichino anche altri disturbi sessuali come ad esempio l’eiaculazione precoce.

E’ possibile comunque scindere in tre principali forme l’impotenza:

  • Impotentia coeundi: consistente nell’incapacità di compiere l’atto sessuale;
  • Impotentia generandi: derivante da cause organiche quali la sterilità;
  • Impotentia relativa: riguardante l’incapacità di compiere l’atto sessuale, da parte di uno dei partner, a causa di una repulsione psichica.

Le principali cause della disfunzione erettile

L’impotenza può essere conseguenza della depressione, del tabagismo, dell’abuso di alcool o farmaci, ma la classe medica tende a raggruppare in cinque categorie le principali cause della disfunzione erettile:

  1. cause fisiche traumatiche: l’impotenza è causata da un trauma subito dal pene;
  2. cause fisiche vascolari: l’impotenza è causata da problemi di vascolarizzazione che non consentono il giusto apporto di sangue al pene, come ad esempio nei cardiopatici;
  3. cause fisiche anatomiche: l’impotenza è generata da una forma particolare del pene;
  4. cause fisiche ormonali: l’impotenza è causata da determinate condizioni mediche che alterano la produzione ormonale;
  5. cause fisiche ormonali: l’impotenza arriva da un danno del sistema nervoso che non esercita controllo sul pene.

A tali categorie di cause, vanno aggiunti i possibili fattori di rischio quali invecchiamento, diabete, chirurgia prostatica, obesità e ansia.

I sintomi della disfunzione erettile

Tutti i soggetti che sono poi arrivati ad una conclamata impotenza, hanno notato sintomi precisi quali la difficoltà ad avere un’erezione o di mantenere un’erezione, calo del desiderio sessuale e mancanza della tumescenza peniena notturna.

Per tumescenza peniena notturna si intende l’erezione spontanea che si manifesta durante la fase REM del sonno o al primo risveglio.

Tale fenomeno si presenta con frequenza diversa in base all’età ma caratterizza l’intero ciclo vitale dell’uomo:

  • età adolescenziale: 4 episodi di circa 30’;
  • età adulta: 3 episodi di circa 20’;
  • età senile: 2 episodi di circa 10’.

Coppia

Impotenza psicologica da stress

Colpisce in modo particolare uomini tra i 40 e i 50 anni che ricoprono ruoli professionali di prestigio e responsabilità. Si tratta di un tipo di impotenza causata da fattori personali come  la perdita dell’autostima, il disagio con il proprio corpo o la perdita di persone care. A tutto questo si aggiungono fattori ambientali come il traffico, i rumori ella città e tutti i fattori stressogeni che possono portare il fisico ad un’eccessiva stanchezza.

Le statistiche parlano di una percentuale che si attesta intorno al 50% della popolazione mondiale maschile che, almeno una volta nella vita, ha dovuto affrontare scadenze, lavoro, problemi economici, situazioni particolari che hanno inciso sulla serenità della vita sessuale.

La disfunzione erettile giovanile

Si parla di impotenza giovanile quando il problema ad avere o mantenere un’erezione si manifesta intorno ai 20 anni e vengono escluse tutte le cause fisiche.

Appurato il buono stato di salute, è possibile affermare che l’impotenza venga determinata da auto-sabotaggi inconsci ovvero il risultato di un mix esplosivo composto da fragilità, sensibilità, e vulnerabilità.

A vent’anni si è vittima del giudizio altrui e si affronta la sessualità con una forte ansia da prestazione temendo il giudizio negativa del partner o la possibilità di non essere all’altezza della situazione.

Nella maggior parte dei casi, la serenità sessuale torna in maniera spontanea, in altri è bene far seguire il ragazzo da uno psicologico specializzato in problematiche sessuali giovanili.

Le piante che aiutano nei casi di disfunzione erettile

Sempre più spesso si sente parlare di rimedi naturali per curare l’impotenza e in effetti sono diverse le piante che possono intervenire in questa sfera di problemi rappresentando un valido aiuto naturale e, in alcuni casi, condurre alla risoluzione del problema.

La pianta per eccellenza è la Moringa oleifera che, nei casi di disfunzione erettile, viene impiegata attraverso il consumo dei suoi semi. I semi di Moringa oleifera, infatti, svolgono un’azione antagonista dell’enzima di Fosfodiesterasi di tipo 5 comportando il rilassamento delle cellule muscolari lisce del pene e garantendo un’erezione più duratura e turgida. Inoltre, la Moringa oleifera contrasta la stanchezza fisica e mentale rappresentando un valido aiuto anche nei casi di impotenza psicologica da stress.

Anche il Tribulus vanta note proprietà utili per contrastare l’impotenza. Si tratta di una pianta molto diffusa, che ama il clima caldo tropicale e che interviene aumentando la pressione intracavernosa e di conseguenza favorendo l’erezione.

Tra i rimedi naturali va citato anche lo Zinco, complesso enzimatico fondamentale per il buon funzionamento ormonale, il quale stimola la produzione di testosterone migliorando il rapporto sessuale e incrementando la produzione di sperma. Risulta essere un valido alleato anche nei casi di infertilità.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori Informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close