Come mangiare in vacanza per rimanere in forma e godersi il viaggio.

Sicuramente non si deve, e non si può, “vivere a dieta” e sopratutto in vacanza è sempre difficile resistere a delle tentazioni troppo forti per poter far finta di niente. Alcuni accorgimenti, però, ci permettono di concederci qualche coccola in più senza annullare i sacrifici fatti durante l’anno.

Il relax, gli aperitivi spensierati in riva al mare e l’atmosfera vacanziera rendono molto più complicato il “conteggio delle calorie” esponendoci tutti al rischio di esagerare e di ritornare a casa con dei chili indesiderati che ci portiamo dietro fino a Natale, per poi vedere la situazione precipitare definitivamente.

Sicuramente la vacanza prevede anche qualche strappo in più che ci aiuterà a riposarci e tornare di buon umore ma bisogna sempre e comunque rimanere attenti e consapevoli.

L’aspetto positivo è che il viaggio ci fa stare più sereni e di conseguenza anche lo stimolo della fame si ridurrà, il tutto favorito dalle temperature estive che ci portano di più verso cibi leggeri e freschi.

“Fagottari” e “Vigoressici”

Vi ricordate i “fagottari” degli anni 50? Famiglie che arrivavano in spiaggia con borse frigo, lasagna fatta in casa, spaghetti al pomodoro e insalata di riso? I fagottari rappresentano un fenomeno nostrano del neorealismo italiano che identificava un popolo in ripresa, con la voglia di divertirsi e godersi il mare, ma con le dovute restrizioni economiche.

Oggi questo fenomeno sta tornando, soprattutto a causa della crisi, ma anche grazie ad una nuova categoria di narcisi definiti “vigoressici”, un’ossessione per i muscoli e il fisico asciutto che si trasforma in patologia e che porta questi fautori della bellezza a prepararsi il “fagotto” a casa per evitare di ingerire grassi e calorie superflue.

In realtà il concetto non è del tutto sbagliato perché l’ideale sarebbe portarsi da casa un’insalata mista, magari con del tonno e uovo sodo, oppure della frutta, utile anche per reintegrare i sali minerali. Tenere sotto controllo il pranzo potrebbe essere un escamotage per concedersi qualcosa in più a cena e non percepire troppo il sacrificio.

Fortunatamente, però, anche questo oramai è superato perché tutte i Beach club offrono insalate miste, sandwich leggeri e possibilità di cibi alla griglia.

Mangiare bene in vacanza

Le linee guida per l’alimentazione vacanziera

  1. Prediligere sempre i secondi optando per pesce e contorno di verdure. Quando è possibile è consigliabile ordinare pesce al vapore, pesce al cartoccio o tartare oltre alla sempre consigliata grigliata mista. Questo consente di mangiare cibi gustosi ma a basso indice di grassi.
  2. Attenti ai buffet! Si perde facilmente la misura di quello che stiamo mangiando e consentono di mischiare diverse tipologie di cibi dando vita ad una bomba di grassi e calorie. Se siamo costretti perché la formula del nostro viaggio prevede solo il buffet, il consiglio è scegliere un piatto di piccole dimensioni e concedersi un solo “giro di perlustrazione” tra le varie pietanze offerte.
  3. Sostituire un pasto con il gelato.. si può fare ma non può essere la regola quotidiana e sopratutto deve essere consumato da solo, no come dessert di fine pasto, prediligendo i gusti a base di frutta e allontanando le creme.
  4. Non ridurre il numero dei pasti e continua a fare lo spuntino di metà mattina, se la tua sveglia suona entro le 9, e quello di metà pomeriggio. La soluzione giusta da un punto di vista calorico e strategicamente “anti caldo” può essere quella di ordinare una porzione di frutta fresca, una centrifuga o un frullato evitando il consumo eccessivo di latte e chiedendo di shakerare gli ingredienti con acqua al posto del latte. Ogni giorno 5 pasti!
  5. Non oziare! Cerca di inserire nel tuo viaggio delle attività divertenti che ti aiutino a “bruciare” un pò di quello che stai mangiando e bevendo in più rispetto al solito. Le vacanze si prestano a delle gite in bicicletta, ad una piacevole camminata o a tutti gli sport all’aria aperta. Se la voglia c’è, ci si può sempre allenare anche in vacanza.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori Informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close